Cos'è la Naturopatia e come funziona

Da anni si parla sempre di più di naturopatia, ma cos’è la naturopatia e come, grazie all’aiuto di un naturopata, possiamo stare bene sfruttando rimedi naturali.

Il termine “Naturopatia” deriva dal latino “Natur” (natura) e dal greco “Pathos” (sentire). Vale a dire “sentire secondo natura”. È partendo proprio dalla sua etimologia che nasce questo ramo della medicina alternativa che, a differenza di quella “accademica”, si affida alle cure naturali per ripristinare l’equilibrio del proprio organismo. Secondo la scienza naturopata, il corpo umano è caratterizzato da un bilanciamento naturale che rischia talvolta di essere perso. Per ritrovarlo bisognerebbe “assecondarne la sua regolare natura”. In base a questo ragionamento, la naturopatia, costruisce uno dei suoi massimi principi, ovvero il trattamento totale del corpo, e non solo sulla specifica patologia da curare. Difatti, la terapia naturopatica, non è suddivisa in altre categorie o sotto-categorie a seconda degli organi da curare o malattie (com’è accaduto con la medicina più diffusa). Tende, invece, a sanare interamente l’organismo di soggetti adulti, giovani e anche infanti. Approfondiamo l’argomento.

Naturopatia che cos’è

Fitoterapia, Floriterapia, Nutrizione e Iridologia: sono queste solo alcune delle pratiche che fanno parte di quel grande e vasto campo che è la naturopatia (o medicina naturopatica). Sebbene definita “medicina alternativa”, la naturopatia ha iniziato a prendere piede fin dal Novecento affinando sia le basi filosofiche, grazie agli studi di Jean Jacques Rousseau, sia quelle curative. Queste ultime sono state influenzate dalle grandi correnti, intellettuali, sociali e politiche della metà dell’Ottocento e della prima metà del Novecento, che hanno a loro volta influenzato gli studi e le ricerche delle materie scientifiche per eccellenza: medicina, fisica e chimica. La prima nazione europea a rendere ufficialmente la naturopatia una branca della medicina nella quale espertizzarsi, fu la Germania: Shoenenberger, professore e rettore, ribattezzò l’Istituto Universitario di Idroterapia come Clinica Universitaria per la vita e la cura naturale. A quel punto, nel corso dei secoli, sebbene molto a rilento, la naturopatia ha cominciato a diffondersi sviluppando i propri metodi taumaturgici naturali per curare il proprio corpo. Benché con qualche limitazione, ora questa specializzazione della medicina è conosciuta in tutto il mondo e, giorno dopo giorno, aumentano anche coloro che ne fanno uso e la preferiscono. Uno dei motivi di tale successo è rappresentato proprio dalle terapie poco “invasive” che, in alcuni casi, sostituiscono quelli della medicina generale. Proprio per questo, negli ultimi vent’anni, la naturopatia si è diffusa in tutti i continenti: dalle Americhe all’Australia. Popolare anche nell’Europa occidentale e centrale, anche se in Italia non è ancora stata disciplinata tramite normativa.

Naturopatia cos'è
Difatti, la particolarità di questa terapia, come abbiamo già accennato, non si basa solo sul riequilibrio della patologia già sofferta dal corpo. La medicina naturopata punta su una visione più olistica che porta ad una guarigione del corpo, dell’animo e quindi dello spirito per ripristinare nell’organismo l’equilibrio donato dalla natura. Proprio per questo, tramite stimoli esterni e cure della natura, i naturopati spingono il corpo ad una cura spontanea. Per essere più precisi: la naturopatia stimola l’organismo ad auto-curarsi non interferendo chimicamente né attraverso farmaci, ma utilizzando esclusivamente tecniche o rimedi già presenti in natura. In questo modo il recupero del benessere, e quindi non solo del problema fisico in sé, avviene tramite la cura naturale di tipo olistica a tutto tondo.
Scopri di più sulla naturopatia (wikipedia)

ORIENTARSI SECONDO NATURA

Naturopatia Olistica

Con la naturopatia si portano avanti diversi principi generali che la differenziano dalla medicina “tradizionale”. Tra questi, come abbiamo detto, c’è l’incitamento del corpo all’autoguarigione che ha lo scopo di far ritornare l’organismo alla propria stabilità originaria, ripristinandone l’equilibrio. Difatti, in base agli studi naturopati, il corpo ha un suo equilibrio che può essere alterato da fattori esterni, ambientali, costituzionali e emotivi o altri frangenti .Tale instabilità, chiamata in naturopatia “squilibrio energetico”, sarebbe di fatto scatenante delle diverse patologie sofferte dalle persone. La mancanza di un equilibrio, a lungo andare, andrebbe ad alterare interamente il soggetto, indebolendolo dal punto di vista psico fisico portando, in casi di rigogliosa fragilità, la malattia a progredire e peggiorare. Appunto per questo, per risolvere il problema alla radice, bisognerebbe correggerne i fattori scatenanti, trattando lo specifico caso, con terapie di naturopatia olistica. Come? Innanzitutto sostenendo l’organismo attraverso la sua autoguarigione. Quindi aiutando il sistema immunitario, ripristinando un terreno alcalino e coadiuvando la rigenerazione dei tessuti. Dopo aver seguito questa operazione, il naturopata cerca di analizzare le cause della malattia in tutti i suoi ambiti: dalla fisicità della persona al suo metabolismo; dal suo bagaglio genetico alla sfera spirituale, non mancando di considerare anche quella sociale, emotiva o mentale. Non solo, il naturopata prende in considerazione anche gli agenti patogeni esterni che influiscono sul paziente e le componenti geo biologiche, arrivando così a delineare un quadro perfetto della vita del soggetto e del suo stile di vita. Solo a quel punto, dopo aver analizzato a 360 gradi la persona, il naturopata decide come intervenire assicurandosi che nessuna delle cure di naturopatia olistica presenti una controindicazione.

Quest’ultima particolarità è prevista dal codice deontologico dei naturopati: con la locuzione latina “nihil nocere” (non nuocere), i naturopati tradizionalisti utilizzano cure e metodi che non abbiano riscontri negativi sull’individuo, determinano la cura cercando di stabilire il minor danno possibile sul soggetto.
Gli interventi del naturopata consisteranno in terapie interne ed esterne tutte naturali e tali che, prima di curare la malattia, interverranno (in chiave positiva) con la vita del soggetto. In questo modo, il naturopata valuterà consigli, sulle ore di sonno del soggetto, sull’attività motoria, sull’approccio alla vita, fino ad arrivare anche ad un variazione dell’alimentazione.

Naturopatia e Alimentazione

Assieme a rimedi naturali e di tipo olistico, infatti, la naturopatia promuove anche un cambiamento nel proprio stile di vita incoraggiandone uno più equilibrato e sano. Un normale stile di vita adatto ad un uomo adulto è basato su ritmi regolati (un certo numero di ore giornaliere di sonno), una vita tranquilla (influenzata relativamente da ansie e stress), abituale attività sportiva quotidiana ed infine anche una corretta alimentazione. Effettivamente, in alcuni casi, una corretta alimentazione riesce ad incitare diversi fattori, proprio come tessere del domino, che potrebbero andare a migliorare e a volte anche a risolvere, sintomi o problemi.

Naturopatia e alimentazione
A quel punto, in gioco intervengono anche altri fattori tra agenti interni ed esterni ma, nel frattempo, la naturopatia tenderà a migliorare tutta la sfera della persona. Questo perché naturopatia e alimentazione sono aspetti strettamente legati. Ecco perché il naturopata impartisce alcune direttive per condurre un’alimentazione sana ed equilibrata. Tra i consigli dei migliori naturopati non manca la raccomandazione di consumare prodotti semplici e naturali provenienti da coltivazioni biologiche o di tipo biodinamico. Di prediligere legumi, anche i meno conosciuti come Lupini, Cicerchie e Fave, e cereali (da preferire quasi sempre quelli di tipo integrali e di grani antichi), frutta e molta verdura, che devono essere sempre freschi e di stagione.
Per quanto riguarda la tipologia delle carni è sempre molto consigliata quella bianca (tacchino o pollo) o il pesce. In più, i naturopati, consigliano di limitare il consumo di zuccheri, dolci e del sale raffinato. Mentre, da evitare, ci sono i grassi animali come burro, margarina, lardo o strutto; caffè e alcolici e infine pietanze fritte ed il “cibo spazzatura”.

Da evitare anche combinazioni dei cibi più difficili da digerire che rallentano il processo digestivo eliminando anche, dalla propria dieta, i prodotti contenenti conservanti e quelli già preparati che causano danni all’organismo. I cibi che contengono molti conservanti, additivi chimici, fertilizzanti o sostanze di sintesi, infatti, “conservano” la loro forma, ma ne perdono l’efficacia nutritiva. Inoltre, se assunti con quotidianità, possono provocare scompensi (ormonali e vitaminici) che scatenano allergie latenti e ostacolano il naturale processo di depurazione ed eliminazione delle tossine.
Seguendo tutte le indicazioni dei naturopati e basando la propria dieta su cibi naturali, si rafforzerà il proprio organismo, si renderà il metabolismo più veloce, si regolarizzerà l’intestino e soprattutto si andrà a consolidare le proprie difese immunitarie. Non solo, naturopatia e alimentazione porteranno ad uno status mentale rinvigorito e quindi ad una vitalità più alta per affrontare la propria vita. Questa tipologia di alimentazione potrebbe andare così ad affiancare i metodi naturopati proposti e si potranno riscontrare miglioramenti effettivi anche nel decorso della propria malattia. Di certo queste sono regole d’alimentazione di tipo standard, ma i naturopati si preoccupano di andare incontro anche alle necessità del soggetto a seconda dell’età, tipologia e fabbisogno giornaliero, differenziando tra soggetti anziani, adulti o fascia d’età giovanile al di sotto dei 15 anni.

Scopri i benefici della Klamath

Contattami per tutte le info

Hai bisgono di un aiuto naturale per stare meglio?

Parliamone un po

Naturopatia Pediatrica

La naturopatia, in effetti, non coinvolge solo i soggetti adulti o già formati, ma può arrivare ad aiutare anche coloro che sono in fase di crescita giorno dopo giorno e che si trovano ai primi approcci con il mondo: i bambini. È così che, con la naturopatia pediatrica, è possibile curare ogni tipo di disturbo che insorge nei piccoli a partire dai 3 fino ai ragazzi di 21 anni.
Fin dalla prima infanzia, infatti, diviene molto importante saper accudire il bambino sia nella crescita fisica, emotiva, psichica e mentale sia attraverso la cura della sua salute e bisogni, non trascurando le relazioni con e tra i genitori, con il gioco e tanti infiniti fattori che vanno quotidianamente ad influire sulle varie fasi di sviluppo. Soprattutto il prendersi cura della sua mente e della sua anima è un fattore importantissimo per poter crescere il piccolo permettendogli di progredire senza problemi. Proprio per questo, un aiuto durante la fase di crescita e la cura dell’infante, può essere fornito dalla naturopatia. La pratica naturopata può rappresentare un grande aiuto soprattutto per i bambini più soggetti a malanni come influenze e malattie da raffreddamento. È proprio su un organismo così fragile e ancora in formazione che il trattamento naturopatico, affiancato a volte a quelli della medicina generale, può influire positivamente facendo in modo che i bambini apprendano l’autoguarigione fin da piccoli.

Così il bimbo sarà allevato “secondo natura” con fondamenti che sono già parte dell’essere umano affinando il rapporto con sé stesso e scoprendosi fin dall’infanzia. Istruendo il piccolo paziente, inoltre, non ci si limiterà ad insegnargli le tecniche, ma significherà anche accompagnarlo, risvegliando le sue facoltà fisiche, mentali ed emozionali, per diventare da adulto un individuo forte (sia fisicamente che moralmente) e senza problemi. L’adulto che sarà, conoscendo la propria costituzione e le proprie reazioni, potrà subito arrivare a riconoscere le proprie debolezze e scegliere i rimedi naturali che funzionano. In tal modo, il bambino cresciuto con medicina naturopatica, diverrà un adulto capace di prendersi cura del suo corpo affrontando con più “leggerezza” le malattie di stagione, fino ad arrivare a prevedere e gestire anche i futuri malanni.
La naturopatia pediatrica diventa efficace non solo quando il piccolo comincia a scoprire sé stesso, ma anche nel momento in cui la comunicazione tra genitore e figlio tende a migliorare. Con la terapia naturopatica, infatti, il bambino inizierà ad apprendere i concetti di comunicazione anche con i genitori descrivendo il proprio status, il proprio benessere e quindi anche i propri bisogni. La naturopatia pediatrica, in questo modo, non è rivolta solo ai minori, ma anche ai genitori consapevoli che riusciranno ad essere di sostegno per il loro bambino con il supporto dei migliori naturopati.

Valeria Depero Naturopata Roma

Valeria Depero naturopata Roma, è uno dei migliori naturopati a cui affidarsi per intraprendere un percorso di stampo naturopatico, anche per quanto riguarda la naturopatia pediatrica. La dottoressa, che vanta un’esperienza ventennale nel campo, cura e previene gli squilibri energetici anche nei bambini facendo in modo che crescano forti e senza difficoltà con uno stile di vita sano e completo all’insegna della guarigione spontanea. La Naturopata Depero valuta ogni possibile aspetto dei sintomi sfruttando le sue conoscenze attraverso l’ascolto e l’osservazione e avvalendosi dell’uso di strumentazioni non invasive come il Sensore Karnak. Per mezzo di questo macchinario, forse tra i più funzionali esistenti per quanto riguarda la naturopatia, si raccoglie, il linguaggio elettromagnetico bio frequenziale tra il sistema nervoso del soggetto ed i suoi organi, registrando ogni dato che intercorre tra i due.
Con i risultati forniti da questo strumento, Depero Valeria è in grado di individuare le alterazioni energetiche dei soggetti, riuscendo a comprendere gli squilibri di connessione elettrica tra cervello e organi, in questo modo la Naturopata riesce ad individuare al meglio il trattamento naturale da seguire. Si potrà, in questo modo, intercedere, in maniera mirata sul decorso della sintomatologia valutandone, proprio come prevede la medicina naturopatica, ogni aspetto partendo proprio dallo stile di vita e dall’alimentazione. Anche in questo ambito, Valeria Depero naturopata Roma, specializzata in “Intolleranze alimentari e Alimentazione Bionutrizionali”, può consigliare un corretto stile di vita nutritivo, occupandosi della rieducazione alimentare (nei soggetti di tutte le età) e del controllo del peso corporeo.

Attraverso le sue conoscenze sulla naturopatia, acquisite presso, la Libera Università di Naturopatia Applicata presso il celebre istituto “Rudy Lanza”, Valeria Depero naturopata Roma offre prestazioni riguardanti la Medicina Tradizionale Mediterranea. Questa categoria di naturopatia poggia le sue basi sull’impiego della Fisiognomica, lo studio della fisionomia e dei tratti di una persona che ne formano il suo essere (compresa la personalità e la costituzione di base) e dall’osservazione dello stesso individuo.

Per quanto riguarda la Medicina Tradizionale, Valeria Depero ha anche conseguito un diploma di “Medicina Tradizionale Cinese” nel corso quadriennale presso l’Istituto Superiore di “Medicina Tradizionale Cinese” – Villa Giada in Roma. La categoria tradizionale di Medicina Cinese si rifà alla natura dei 5 elementi e sul concetto filosofico dell’unione di Yin e Yang, dottrina sempre presente nelle cure naturali orientali come Agopuntura e Moxa, Tuina e Tecniche Integrate, Fitoterapia Cinese, Tecniche Olistiche Yangsheng. Attraverso questa terapia si potrà raggiungere il nodo gordiano dello squilibrio del corpo intervenendo con rimedi naturali.

A riguardo di antiche, e sempre attuali, pratiche naturalistiche, l’illustre Valeria Depero, ha svolto un corso di specialistica presso l’Istituto “Rudy Lanza” anche in Floriterapia (applicata ai Fiori di Bach e Australiani). La Floriterapia è infatti, una tra le più antiche terapie naturali, che prevede l’utilizzo di essenze vibrazionali in grado di aiutare l’equilibrio dello stato emozionale dell’individuo. La Floriterapia è un metodo dolce, privo di controindicazioni ed utilizzabile su persone di qualsiasi età, compresi animali e piante.
Presso lo stesso istituto “Rudy Lanza”, riconosciuto dalle più importanti scuole europee di naturopatia, la Naturopata Depero ha anche approfondito il corso di “Iridologia”, lo studio dell’iride, parte colorata dell’occhio. L’iride, infatti, viene considerata come una mappa di tutti gli organi interni. Attraverso la valutazione dell’iride nel suo complesso e attraverso l’analisi dei diversi segni “scritti” si può arrivare a capire le debolezze e le predisposizioni del nostro organismo. Per mezzo di questo studio sulla parte centrale dell’occhio, si può arrivare a definire un quadro circa il benessere dei nostri organi, del nostro stato mentale e di quello spirituale.
Tra le molte esperienze al suo attivo, la Naturopata Valeria Depero si è specializzata anche come Consulente Fito-funzionale in base alla Fisica Quantistica, approfondendo così sempre più i suoi studi sulla naturopatia e sull’equilibrio del paziente in base alle connessioni tra il sistema nervoso e l’essere umano in sé. Aprendo ancora di più la mente verso una terapia informazionale che possa attivare un meccanismo di recupero degli squilibri.

Prenota un appuntamento a Roma

Richiedi subito un appuntamento con Valeria Depero Naturopata Roma

Voglio un appuntamento